Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

6 trucchi per ottimizzare Windows

windows7

Una guida per snellire e velocizzare il Vostro windows 7 – 8 ed anche XP se ancora lo utilizzate.

1)Rimuovere i programmi e le caratteristiche Windows non utilizzate.
Quando acquistiamo un nuovo PC quasi sicuramente troveremo una miriade di programmi pre-installati con demo e trial da provare e acquistare successivamente. Ciascun programma installato sul computer consuma risorse di sistema e spazio su disco e lo rallenta. Vediamo come snellire il nostro fido pc e renderlo più scattante che mai.
Siccome la maggior parte di questi programmi non verrà mai acquistata (ed io consiglio di non acquistare nulla e di usare programmi gratis, a meno che non serva per lavoro), conviene rimuoverli definitivamente. Per disinstallare tutti i software inutili, andare sul Pannello di Controllo -> Programmi e funzionalità e , da li, scorrere la lista rimuovendo le applicazioni non usate di solito vengono installati office in versione trial per 60 giorni e altre applicazioni quali giochi e antivirus. Per disinstallare un programma completamente, rimuovendo tutti i file, conviene usare un programma esterno che fa un lavoro migliore per esempio RevoUnistaller. Inoltre, dalla stessa finestra, Programmi e funzionalità premere il pulsante di sinistra “Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows” e disattivare le applicazioni non necessarie e che potrebbero occupare risorse.

2) Controllare i programmi che si avviano automaticamente quando si accende il computer.
La causa più comune di rallentamento sono quei programmi che automaticamente vengono eseguiti all’avvio di Windows e rimangono attivi in background consumando memoria di sistema. Allora o si disinstallano tutti i programmi non necessari oppure si può usare un tool che permette di disabilitare programmi da eseguire automaticamente all’avvio e cosa no, senza rimuovere nulla. Il modo migliore, senza usare software esterni, è utilizzare MSConfig, l’utilità di configurazione di sistema. Dal menu Start -> “Cerca programmi e file” scrivere msconfig e dare invio ed apparirà MsConfig posizionarsi su avvio.

Nella scheda relativa all’avvio si possono semplicemente disabilitare le esecuzioni automatiche e non farli avviare al boot, senza rimuovere nulla. I processi che ci interessano al boot sono pochi io per esempio ho scelto che all’avvio partano solo quei processi flaggati come messenger, antivirus e la gestione dei driver della scheda video. Il resto si può disabilitare come meglio si crede. Passando alla scheda servizi possiamo editare ancora ciò che ci interessa per rendere il sistema ancora un pizzico più preformate. Quindi posizionarsi su servizi e mettere il flag su nascondi tutti i servizi Microsoft e lasciare selezionate solo le voci relative all’antivirus.

servizi

3) Regolare gli effetti visuali a seconda della potenza del proprio computer.
Se su XP gli effetti grafici sono piuttosto limitati, su Vista, Windows 7 e 8 ce ne sono tanti, tutti molto belli da vedere ma, a volte, pesanti e avidi di memoria.

Un bell’aspetto di windows non è mai il Windows più veloce. Per regolare gli effetti visivi ed avere migliori prestazioni dal proprio sistema si può accedere dal Pannello di controllo -> Sistema -> cambia Impostazioni-> avanzate-> prestazioni e cliccare su impostazioni, quindi scegliere una delle tre voci proposte. L‘uso di regola in modo di ottenere le prestazioni migliori renderà il nostro desktop molto simile ad xp senza effetti grafici e trasparenze di sorta, questo tipo di personalizzazione è adatta a pc meno recenti i quali non sono più performanti.

4)Regolare le opzioni di indicizzazione è una operazione importante e spesso trascurata.
Windows continuamente indicizza i file presenti sull’hard disk. Si dovrebbero modificare le impostazioni in modo che gli indici di Windows siano attivi soltanto per le cartelle utilizzate di frequente e non su tutte. Dal Pannello di controllo, cliccare su “Opzioni di indicizzazione” e, nella lista, selezionare le cartelle importanti, disattivando la ricerca in cartelle che non vengono aperte quasi mai. Se non vogliamo un’indicizzazione del disco cliccare su Start-> Cerca programmi e file scriver services.msc e disabilitare il servizio di indicizzazione chiamato Windows search-> tasto desto Proprietà -> tipo di avvio disabilitato.

5)Regolare le impostazioni di energia.
La gestione dell’energia, per impostazione predefinita in Windows 7, è Bilanciato, in modo che ci sia un po’ di risparmio energetico sacrificando leggermente le prestazioni. Se non si fosse interessati all’uso della batteria sul portatile e se si preferisce accelerare Windows piuttosto che consumare meno energia, si può modificare l’impostazione dal Pannello di controllo, sulle Opzioni risparmio energia ed impostare il profilo prestazioni elevate.

6)Disattivare i servizi di Windows non indispensabili è forse il punto più importante per ottimizzare Windows Sette anche se soltanto per esperti. I Servizi di Windows sono eseguiti in background e forniscono funzioni necessarie al computer. Tuttavia, molti utenti non hanno bisogno di tutti i servizi e, dal momento che ciacuno di essi consuma risorse di memoria e di CPU, si possono disattivare. Dal menu Start, su Esegui o su cerca scrivere services.msc.
Ogni servizio può essere impostato su Automatico (avvio automatico al boot), Manuale (inizio quando necessario), o disabilitato. Per Windows 7 conviene senza dubbio guardare la tabella di questo sito internet che offre la configurazione ideale per tutte le versioni di Windows 7. Mi raccomando ai lettori di non disabilitare servizi vitali per il sistema pena il malfunzionamento del sistema operativo o instabilità di sistema soprattutto Fare attenzione a cosa si sta facendo ed utilizzare le impostazioni estreme solo se si è convinti e si conosce cosa comporta (io lo sconsiglio).

Breve spiegazione di servizio.
Un servizio è come un’applicazione. La differenza tra un servizio e un’applicazione è che un servizio, sempre è attiva senza che l’utente si renda conto (non lo si vede). Ci sono molti servizi sul tuo e può consumare molte risorse inutilmente che rallentano il PC. Fortunatamente, c’è la possibilità di disattivare questi servizi senza problemi. Nell’elenco dei servizi installati, ogni servizio ha una breve descrizione del suo funzionamento, in modo da poter decidere quali servizi si desidera avere attivi e ciò che si desidera disattivare.
Lista servizi che si potrebbero disabilitare, con descrizione:

Lista servizi che si potrebbero disabilitare con descrizione:
Accesso dispositivo human interface: Serve a far funzionare tasti particolari in scanner, tastiere ecc. Se non ne fate uso potete disabilitarlo senza problemi.
Accesso rete: Serve per fare il login in un dominio esterno. Se il vostro PC non fa parte di una rete, potete disabilitarlo.
Applicazione di sistema COM+: Se il vostro PC non fa parte di una rete disabilitatelo senza problemi.
BFE (base filtering engine): Disabilitatelo solo se non utilizzate il firewall integrato in Windows.
BranchCache: servizio che memorizza nella cache il contenuto di rete proveniente dai peer nella subnet locale. Tranquillamente dispensabile su un computer casalingo.
Centro sicurezza PC: Se non usate tale funzione, disabilitatelo pure.
Condivisione connessione internet (ICS): Se il vostro PC non fa parte di una rete disabilitatelo senza problemi.
Configurazione automatica WLAN: utile solo se ci si connette ad una rete locale (LAN) wireless (WLAN) e si desidera trasformare il computer in un punto di accesso software. Impostare il servizio su “Manuale” è la scelta migliore.
EFS (Encrypting File System): se non utilizzate file cifrati su partizioni NTFS potete anche disabilitarlo, ma è preferibile mantenere il servizio impostato su “Manuale”.
File non in linea: Se non usate tale funzione, disabilitatelo pure.
Gestione applicazione: consente l’installazione, la rimozione e l’enumerazione di software distribuito tramite Criteri di gruppo. E’ preferibile mantenerlo impostato su “Manuale”, ma se ben consapevoli di ciò che si fa si potrebbe anche disabilitare.
Gestione identità reti peer: Offre servizi di gestione delle identità per i servizi Peer Name Resolution Protocol (PNRP) e Gruppi peer-to-peer. Se non si usano gli Home Group e l’assistenza remota, si può disabilitare.
Gruppi reti peer: Consente le comunicazioni tra più parti con Gruppi peer-to-peer. Se non si usano gli Home Group e l’assistenza remota, si può disabilitare.
Gestione sessione di gestione finestre desktop: Disabilitatelo solo se non avete intenzione di utilizzare l’interfaccia Aero.
Helper NetBios di TCP/IP: Utile solo se il vostro PC è in una rete che utilizza il supporto NetBios.
Host servizio di diagnostica: Disabilitatelo se non vi interessano le (molte vole inutili) soluzioni che Windows trova ai vari problemi riscontrati nel PC.
Host sistema di diagnostica: Disabilitatelo se non vi interessano le (molte vole inutili) soluzioni che Windows trova ai vari problemi riscontrati nel PC.
Identità applicazione: Determina e verifica l’identità di un’applicazione. E’ consigliabile mantenerlo impostato su “Manuale”, ma se non si usano UAC ed Applocker si può anche provare a disabilitarlo.
Individuazione SSDP: Può rappresentare un rischio per la sicurezza e disabilitarlo non darà alcun problema.
Listener Gruppo Home: Esegue le modifiche al computer locale associate alla configurazione e alla manutenzione del computer aggiunto al gruppo home. Disabilitabile se non si usano gli Home Group.
Luminosità adattiva: Il servizio che consente un risparmio energetico mediante l’oscuramento del display nei momenti di inattività. Se volete far incacchiare Obama, disabilitatelo.
Manutenzione collegamenti distribuiti client: Utile solo se il vostro PC fa parte di una rete LAN.
Ora di Windows: Serve a sincronizzare l’ora di Windows tra computer in rete e con quella mondiale. Abbastanza inutile su PC singoli, da disabilitare.
Parental Controls: se non intendete utilizzare le limitazioni per i bambini, disabilitatelo pure.
Propagazione certificati: se non usate smart card, potete disabilitarlo.
Provider Gruppo Home: Disabilitabile se non si usano gli Home Group.
Pubblicazione risorse per individuazione: Disabilitabile se non si usano gli Home Group e se il PC non fa parte di una rete.
Redirector porta UserMode di Servizi Desktop remoto: disabilitabile se non si usa la funzione di desktop remoto.
Remote desktop configuration: disabilitabile se non si usa la funzione di desktop remoto.
Ricerca di Windows: Se lo disabilitate, la ricerca nel menu start (e non solo) risulterà più lenta, ma risparmierete un pò di RAM.
Routing ed accesso remoto: Se il vostro PC non fa parte di una rete disabilitatelo senza problemi.
Server: Se il vostro PC non fa parte di una rete disabilitatelo senza problemi.
Servizi desktop remoto: disabilitabile se non si usa la funzione di desktop remoto.
Servizi di base TPM: se non si utilizza la nota funzionalità di crittografia hardware, lo si può disabilitare.
Servizio di crittografia unità BitLocker: inutile se non si utilizzano le funzionalità di BitLocker.
Servizio di pubblicazione nome computer PNRP: Se non si usano gli Home Group e l’assistenza remota, si può disabilitare.
Servizio criteri di diagnostica: Disabilitatelo se non vi interessano le (molte vole inutili) soluzioni che Windows trova ai vari problemi riscontrati nel PC.
Servizio di condivisione porte net.tcp: Se il vostro PC non fa parte di una rete disabilitatelo senza problemi.
Servizio input tablet PC: Se non utilizzate tablet PC, disabilitatelo senza problemi.
Servizio enumeratore dispositivi mobili: Serve a sincronizzare lettori MP3 e simili, ma anche disabilitandolo, molte volte funziona tutto lo stesso.
Servizio supporto tecnico Bluetooth: utile solo se la propria macchina supporta il Bluetooth.
Servizio risoluzione problemi compatibilità programmi: Disabilitatelo se non vi interessano le (molte vole inutili) soluzioni che Windows trova ai vari problemi relativi all’incompatibilità dei programmi.
Servizio segnalazioni errori Windows: Se non sopportate l’inutile schermata che ci invita a mandare dati a Microsoft dopo il crash di qualche programma, disabilitatelo senza problemi.
Servizio Windows Media Center Extender: Se non utilizzate Windows Media Center, disabilitatelo senza problemi.
Temi: Disabilitatelo solo se avete intenzione di usare il tema classico di Windows.
Windows Defender: Se non utilizzate questo software, disabilitatelo senza problemi.
Windows driver foundation – Framework driver modalità utente: Serve solo agli sviluppatori di driver per dispositivi multimediali, disabilitatelo senza problemi.
Windows Firewall: Disabilitatelo se non usate il firewall integrato in Windows, bensì uno di terze parti.
Windows Media Center receiver service: Se non utilizzate Windows Media Center, disabilitatelo senza problemi.
Windows Media Center scheduler service: Se non utilizzate Windows Media Center, disabilitatelo senza problemi.

N.B. La guida è a scopo illustrativo NON siamo Responsabili di eventuali mal funzionamenti del sistema o crash improvvisi e soprattutto la perdita di dati personali. Prima di applicare tali modifiche create un punto di ripristino in modo tale da poter tornare indietro in caso di errori o malfunzionamenti.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: