Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/post-template.php on line 275

Le telecamere

telecamera-videosorveglianza

La videosorveglianza è l’attività di vigilare un luogo a distanza, mediante l’uso di videocamere e altri strumenti elettronici, in modo da trasmettere a distanza le immagini del luogo sorvegliato ed eventualmente registrare video su supporti durevoli. L’evoluzione tecnologica nel tempo ha fatto abbassare molto i costi e migliorato parecchio la qualità delle immagini trasmesse, inoltre ha reso possibile accoppiare i sistemi di videosorveglianza alla tecnologia mobile di smartphone e tablet, rendendo i sistemi controllabili via internet e quindi molto più flessibili. I sistemi di videosorveglianza possono anche essere associati ad impianti di allarme antifurto e addirittura gestire dei dispositivi esterni non appena il sistema rilevi un movimento.

Videocamere

Le videocamere sono l’elemento principale in un sistema di videosorveglianza, quello che si occupa di catturare le immagini. Ne esistono di tipi diversi:

Filari: videocamere collegate per mezzo di un cavo elettrico. I cavi più diffusi sono RG59 (coassiale) e UTP CAT 5/6 (cavo di rete). Ma possono essere usati anche cavi in fibra ottica. Il collegamento filare è sicuramente il collegamento più stabile ed efficiente;

cavo-rg59 cavo RG59

 

cavo-utp

cavo UTP

Wireless: permettono un’installazione senza fili;

IP: sono identificate da un ip di rete e permettono di essere utilizzate tramite rete LAN e tramite rete Internet;

Speed Dome: particolari telecamere che possono essere controllate da remoto e ruotare di 360°. Perfette per sorvegliare spazi ampi come parchi, autostrade, parcheggi e luoghi pubblici.

PTZ (Pan, Tilt, Zoom): ha caratteristiche simili alle “speed dome”, in quanto possono ruotare orizzontalmente, verticalmente e zoomare (ingrandire), ma non possono ruotare integralmente di 360°;

Infrarossi: permettono la visione delle immagini anche al buio. L’illuminazione nel buio avviene per mezzo di particolari led agli infrarossi che emettono luce invisibile all’occhio umano. Non appena calerà il sole il sensore crepuscolare della videocamera attiverà i led infrarossi, accendendoli solo quando necessario;

Termiche: consentono una visuale notturna a gradienti di colori (in base alla temperatura emessa dal corpo ripreso);

Varifocali: videocamere che offrono una gamma di lunghezze focali e, di conseguenza, diversi campi visivi. Il campo visivo può essere regolato manualmente. Ogni volta che il campo visivo viene modificato, l’utente deve mettere nuovamente a fuoco in modo manuale l’obiettivo.

Disegno focale md

Focale e angolo di visione:

Se si vuole riprendere un angolo molto ampio (obiettivo grandangolare), bisognerà scegliere un obiettivo con focale piccola (es. 2.5 mm). Lo svantaggio è che una focale piccola farà sembrare gli oggetti più distanti, quindi vedremo meno dettagli ad una certa distanza.
Al contrario, se vogliamo ingrandire la scena (teleobiettivo) e avere maggiori dettagli, quindi fare uno zoom, dovremo scegliere un obiettivo con focale grande (es. 12 mm). Lo svantaggio è che avremo un angolo di visione più ristretto. Per fare un paragone con la visione umana, la visione focale di un occhio è di circa 8 mm.

Angoli e focali DSE

Risoluzione: Un aspetto fondamentale da tenere presente quando si acquista una videocamera è la risoluzione in pixel. Più è alta la risoluzione, migliori saranno definizione, chiarezza e qualità dell’ immagine. Una telecamera ad alta risoluzione può registrare i dettagli della faccia di una persona o di una targa in un’area vasta. Più è ampia l’area che si desidera vedere, più sarà alta la risoluzione necessaria pervisualizzarne tutti i dettagli. Bisogna tenere a mente che immagini a risoluzione più alta porteranno a file di dimensioni maggiori, che occuperanno più spazio nel DVR.

Di seguito, un esempio con cui comparare le differenti risoluzioni e livello di dettaglio quando si ingrandisce una targa :
risoluzione-videocamere

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /membri/tecnologiax/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

2 Responses to Le telecamere

  1. leonardo Piero scrive:

    MI HANNO REGALATO UNA TELECAMERA CON SOLI TRE FILI.NE HO ISTALLATO ALTRE 10 MA CON QUATTRO FILI.DUE PER LA VISIONE E DUE PER L’ALIMENTAZIONE A 12 V.COME LA COLLEGO?gRAZIE

  2. admin scrive:

    Tutte le telecamere analogiche hanno una presa RG59 più alimentazione ed eventualmente l’audio. A 3 fili non ne ho mai sentite…

Lascia un commento